Skip to content

Milano: mappa della cronaca nera 2010 – 3

11 gennaio 2011

Continua il riepilogo delle mappe di Milano – Il giro della nera. In questo terzo post parliamo delle periferie profonde: quelle che il luogo comune metropolitano vuole a tutti i costi depresse, pericolose, invivibili. Ma cosa ci ha raccontato la cronaca nera nel 2010?

Prima mappa: le periferie nord ovest. Quarto Oggiaro, Bovisasca, Comasina, Bruzzano, Affori, Villapizzone, Bovisa

Seconda mappa: periferie nord. Niguarda e tutti i quartieri intorno a viale Fulvio Testi e viale Monza: Cà Granda, Prato Centenaro, viale Suzzani, Bicocca, Greco, Turro, Gorla, Precotto, Villa San Giovanni.

Mappa numero tre, ci spostiamo a nord-est. Tutto quello che è successo tra viale Monza e il Parco Lambro: via Asiago, via dei Valtorta, quartiere Adriano, il tratto “alto” di via Padova, Crescenzago, Cascina Gobba, Parco Lambro.

Spostiamoci a sud-est, alle periferie rimaste ancora escluse (focus su Ponte Lambro, Rogoredo, Chiaravalle e Vaiano Valle):

Ultima mappa per oggi è quella dei quartieri dell’estrema periferia sud. Nel quadrante in basso sono compresi: via della Chiesa Rossa, Gratosoglio, Selvanesco, la parte “agricola” di via Ripamonti attraverso il Parco Sud.

Curiosate e lasciate commenti. A presto.

About these ads
3 commenti leave one →
  1. 12 gennaio 2011 05:07

    Ma la pazienza che ci vuole?
    Molto molto interessante, un sacco di spunti e bei ricordi.

  2. Filippo permalink
    12 gennaio 2011 10:48

    Molto interessante, bel progetto.
    Mi chiedevo però, dato che le informazioni che hai preso provengono dalle pagine di cronaca dei giornali (fonte: http://daily.wired.it/news/internet/mappa-del-crimine-di-milano.html )se la scarsa criminalità rilevata in certe periferie non sia a causa della poca rilevanza che talvolta i giornali danno a queste.
    Inoltre, è possibile che molti reati commessi nelle periferie non siano segnalati dagli stessi cittadini per, chiamiamola così, “abitudine al crimine”.
    Saluti!

  3. Isabella permalink
    12 gennaio 2011 16:42

    interessente visione della città..purtroppo nella scelta dell’acquisto della casa (cosi come spunto indicato dal corriere per l’ultizzo della mappa) non incide solo questo fattore, ma quello economico, che ha milano si sa, è molto discriminante..cmq sia ne riconosco l’ultilità e anzi proporrei di allargarla anche ai paesini dell’hinterland milanese..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 653 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: