Skip to content

Bligny 42, dove i blitz non finiscono mai

4 gennaio 2010

Cos’è successo oggi?

Sono passati soltanto cinque giorni. Sopra il cielo di Porta Romana, questa mattina, è tornato a volare l’elicottero della polizia. Sotto, in strada, c’erano un centinaia di agenti e di carabinieri, la Squadra mobile e l’unità cinofila. Tutti schierati per il secondo blitz in una settimana al palazzo di viale Bligny 42, che si è concluso con quaranta persone identificate, di cui due portate in questura, e sette perquisizioni di appartamenti. Sommando questi numeri ai risultati dell’operazione del 30 dicembre, sono undici le persone accompagnate in questura.

Il civico 42 è da anni uno degli indirizzi fissi del crimine a Milano, tra spaccio di droga, prostituzione, omicidi tra membri di bande rivali, terrorismo politico e religioso. Nelle stanze di questa antica casa popolare, da sempre luogo di immigrazione e oggi abitata in maggioranza da stranieri, ha vissuto per qualche tempo anche Lofti Rihani, 26 anni, tunisino, morto da attentatore kamikaze in Iraq nell’ottobre 2003.

E soprattutto, dove?

Viale Bligny 42
Sulla circonvallazione dei Bastioni, zona 5, MM3 Porta Romana

(Foto Google street view)

Un lungo palazzaccio di fine Ottocento con cortile dal vago sapore campagnolo, come se ne incontrano tanti a Milano nelle periferie storiche: in viale Certosa, in via Padova, in via Porpora e via Imbonati. Nell’interno i cesti della spazzatura, qualche bicicletta e anche un piccolo santino, a dare al tutto un’aria un po’ patetica. Corridoi male illuminati, impronte di scarpe sui muri, materassi abbandonati e odore di cucina.

Niente di speciale fin qui, se non per due particolari.

Primo: non siamo in periferia, ma in Porta Romana, a trecento metri dalla Bocconi, sul confine con la zona 1, dove per l’acquisto di un appartamento si possono pagare anche più di 5.000 euro al metro quadro. In questo contesto, uno stabile del genere è una presenza quasi insolente. Nonostante il degrado siamo pur sempre in centro: così nel palazzo si trovano la sede della Galleria Emi Fontana, delle edizioni Shake, e l’abitazione dell’artista Maurizio Cattelan.

Secondo: nessuno ha un’idea precisa di quante persone abitino nei cinque piani più interni del civico 42.  Per gli oltre 200 appartamenti si ipotizzano almeno un migliaio di persone da decine di paesi diversi, ma il ricambio è continuo. Anche perché i vantaggi a restare nella casa a lungo sono molto ridotti, per chi vive fuori dalla legalità. Gli sgomberi da parte delle forze dell’ordine sono continui: soltanto nel 2009 sono stati sei.

Guarda la mappa generale del crimine in città

Annunci
One Comment leave one →
  1. Franco Caletta permalink
    26 marzo 2010 13:10

    Ciao a tutti, sono stato al 42 settimana scorsa per vedere un appartamento per mio figlio che andrà in bocconi.
    Superato lo smarrimento iniziale, dove pensi di aver sbagliato posto, quartiere, città, stato, mi sono messo a curiosare ed a parlare con gli abitanti portinaia compresa.
    Sono entrato subito in confidenza con dei ragazzi egiziani, lavoratori, ortomercato, muratori ecc.
    Questi ragazzi, nonostante i vestiti un po’ sgualciti mi hanno fatto un’ottima impressione.
    Mi hanno spiegato, che se voglio una casa devo parlare con la Pia e quasi non ci credono quando gli dico che io ho visto un’appartamento di un ragazzo italiano senza passare da lei.
    Mi spiegano che la Pia è la portinaia, qui è il tramite per tutti o quasi, vuoi affittare? Pia! Vuoi vendere? Pia! vuoi un contratto finto? Pia! Vuoi dormire o imboscare roba nelle cantine? Pia!Vuoi spacciare?Pia!
    Sembra che quasi nulla si muova senza che questa signora ci metta mano.
    mi informo su internet e cosa trovo? La Pia ha passato 2 anni e mezzo agli arresti domiciliari proprio nella portineria del palazzo, sempre stipendiata, mai messa in dubbio la sua posizione.
    Per cosa era stata arrestata?
    Proprio perchè aveva agevolato i traffici del palazzo.
    A voi le conclusioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: