Skip to content

Un incendio e piazza Santissima Trinità

16 marzo 2010

Un incendio è scoppiato questa mattina alle 9:20 in un appartamento al dodicesimo piano del palazzo di via Cesariano 6. Due persone sono rimaste leggermente intossicate e sono state trasportate all’ospedale Fatebenefratelli. Ancora da accertare le cause del rogo, che i vigili del fuoco hanno spento nel giro di poche ore.

***

Via Cesare Cesariano

Vicino alla cerchia dei bastioni, Zona 1, MM2 Moscova

Google street view

Stretta tra l’Arco della pace e il parco Sempione, sul limite sud del quartiere cinese, questa moderna isola residenziale è stata costruita sullo spazio di un isolato quasi completamente distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. È una piccola promenade su cui si affacciano senza soluzione di continuità palazzi molto ingombranti per la media della zona: otto, dieci, dodici piani. Il contesto severo si addolcisce però nei pomeriggi della bella stagione, quando i bambini dell’asilo di piazza Santissima Trinità, moltissimi con gli occhi a mandorla, si riversano fuori dalle aule e diventano i padroni di questo pezzo di città senz’auto. La distesa di cemento di via Cesariano si trasforma allora in un immenso terreno di gioco, e lo scontro tra le durezze architettoniche e le grida infantili produce un effetto quasi commovente.

Via Pietro Giannone - Google street view

Difficile ricordarsi che siamo in centro: a vederla da qui, Milano sembrerebbe nata l’altro ieri. Ma basta svoltare l’angolo per ritrovare la Storia. Sta dietro un cancello di via Pietro Giannone, sommessa tra gli alberi di un giardino condominiale, e ha il corpo di uno strano rudere alto venti metri e vecchio di 850 anni. È il campanile di una ex chiesa molto graziosa e molto sfortunata: quella della Santissima Trinità, demolita nel 1968.

Al tramonto o alla sera dei giorni d’estate, con la città deserta, via Giannone diventa un luogo speciale, evocativo. Quando, inaspettato, il profilo di un tram in corsa su via Bramante taglia per un attimo lo stretto fondale della strada, un senso inquieto di sospensione attraversa l’aria. Come se fosse un quadro noir. O un racconto di Dino Buzzati.

Guarda la mappa generale della cronaca nera in città

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: