Skip to content

Si lasciano un anno fa, lui oggi la stupra

21 marzo 2010

Un uomo di 41 anni è stato arrestato ieri pomeriggio per avere picchiato e violentato la sua ex fidanzata, a un anno dalla fine della loro relazione. La vittima, 37 anni, è stata stuprata nell’appartamento dell’uomo, in viale Legioni Romane, dopo che i due si erano casualmente incontrati per strada e lui l’aveva invitata a salire in casa per avere l’ennesimo chiarimento. Una volta tra le quattro mura, l’uomo ha portato la donna in camera da letto e le ha chiesto di fare l’amore. Quando lei si è rifiutata, lui prima l’ha presa a calci e pugni e poi l’ha violentata. Sono stati i vicini a chiamare la polizia, allarmati dalle grida di dolore. La trentasettenne è stata portata al Soccorso Violenza Sessuale della clinica Mangiagalli. Era da un anno che il suo ex compagno la perseguitava chiedendole di tornare insieme.

***

Viale Legioni Romane

Prima periferia ovest, zona 6, MM1 Bande Nere e Primaticcio

Google street view

Diciamo la verità: se le città fossero tutte come questo viale, il mondo urbano sarebbe eccitante come uno sbadiglio. Essere in centro o in periferia, non è questo il punto. Molte parti del richiestissimo quartiere della vecchia Fiera soffrono della stessa sindrome di viale Legioni Romane, vale a dire della noia del quartiere-bene (o aspirante tale, come qui in zona 6).

Praticamente senza negozi, senza locali, senza spazi pubblici rilevanti, con un po’ di verde sbocconcellato, quella tra le fermate Primaticcio e Bande Nere è un’area che ostenta voglia di tranquillità. Un’aspirazione più che legittima, com’è ovvio. Ma c’è un problema.

Le statistiche demografiche ci dicono che l’Italia (Milano a ruota) è uno tra i paesi più vecchi del mondo, e nei prossimi decenni consoliderà il primato. Questo quartiere silenzioso sembra essere il luogo ideale per una futura nazione di pensionati che desiderano prima di tutto farsi i fatti propri, abitare in una zona sgombera di immigrati e di studenti fuorisede, muoversi in macchina e ignorare i mezzi pubblici. Nei prossimi decenni, sempre più parti di Milano diventeranno così? Chi scrive non ha una risposta. Ma pensa che viale delle Legioni Romane non sia un buon modello urbanistico. Non su grande scala. Perché questo quartiere nega la natura stessa della grande città, cioè lo stare insieme in modo dinamico, anche un po’ confuso, ma stimolante. E’ un quartiere da cui una città non si evolve. Ed è esattamente l’opposto di ciò che stanno diventando le principali metropoli europee.

Una volta, su un forum che parlava del mercato immobiliare lombardo, in modo rozzo ma non privo di senso, un utente lasciò scritto così: “Se sei giovane, intelligente e volenteroso ma squattrinato: c… tuoi, vai a stare a Vimercate. Se hai 60 anni e non sai fare nulla di particolare ma sei pieno di soldi, benvenuto a Milano!”. A rigor di logica, e per il bene di tutti, dovrebbe succedere il contrario.

Guarda la mappa generale della cronaca nera in città

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: