Skip to content

Attici da Rotterdam e colt in miniatura

29 marzo 2010

Rapina al supermercato In’s in via Pindaro. Questa mattina alle 10 e 30 un uomo a volto scoperto è entrato nella sede del negozio in una traversa di viale Monza. Si è avvicinato a una cassiera e l’ha minacciata con la pistola di piccolo formato che teneva nella manica della giacca. Quindi si è allontanato con circa 500 euro.

***

Via Pindaro

Periferia nord, zona 2, MM1 Villa San Giovanni

Google street view

Qui tutto succede in silenzio. Siamo attorno a viale Monza, alle porte di Sesto San Giovanni. Uno dei quartieri dove più negli ultimi anni si è messa in moto quella “frenesia molecolare” di cui ha parlato Stefano Boeri per descrivere la natura dei cambiamenti urbanistici di Milano. Il terreno, d’altra parte, è fertile. C’è una zona ibrida, di confine, con tanti spazi ancora da riempire, in particolare tra Precotto e Cascina Gobba, lungo quell’asse su cui dovrebbe essere prolungata la metrotranvia 7.

Il blando panorama di povere palazzine e villette con l’orto, tanto più minute quanto più ci si allontana da viale Monza, si è rivitalizzato negli ultimi anni con una cascata di micro interventi che hanno cambiato il volto della zona, andando a sostituire i tanti, piccoli capannoni che ancora si vedono qua e là. A imprimere una svolta moderna, tra gli altri, ci sono gli straordinari attici di via Doberdò, che non stonerebbero in Olanda; le nuove residenze in via Eraclito e in via Stefanardo da Vimercate; i loft di via Bono Cairoli (qui e qui); i Green studios nell’ex stabilimento della Coca Cola di via Mariani.

Ci sono, poi, anche un paio di episodi di più ampie dimensioni. Da questo punto di vista, il miglior osservatorio è la via Anassagora, la strada che costeggia il deposito Atm. Lì dietro, fino a un paio d’anni fa, la città si esauriva in un prato di erbacce. Gli unici segni verticali erano i tralicci dell’alta tensione e un bunker antiaereo della seconda guerra mondiale. Adesso svettano alcuni dei palazzi residenziali più alti della città, non lontano da via Adriano, da cui prendono il nome una Torre e un paradossale “Parco” di condomini da venti piani.

Guarda la mappa generale della cronaca nera in città

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: