Skip to content

Tentò l’omicidio, dorme nell’Arco della Pace

2 aprile 2010

Piazza Sempione

Sulla cerchia dei bastioni, zona 1, MM1-2 Cadorna

Google street view

Sui ponteggi dell’Arco della Pace dormiva anche un uomo già incarcerato per tentato omicidio. La polizia locale lo ha arrestato insieme ad altre quattro persone. Tutti e cinque facevano parte del gruppo di cittadini cinesi che giovedì mattina è stato sgomberato dal cantiere per la ristrutturazione del monumento di piazza Sempione. Ad aver trasformato le impalcature intorno all’Arco in un dormitorio abusivo con tanto di allacciamento alla corrente elettrica erano in diciotto. Oltre al potenziale omicida, un uomo di 59 anni, le manette sono finite ai polsi di quattro giovani dai 23 ai 28 anni. Due di loro sono stati denunciati per gioco d’azzardo e danneggiamento. Tutti gli arrestati erano irregolari e avevano ordini di espulsione emessi a seconda dei singoli casi dalle questure di Milano, Prato, Macerata e Cagliari.

I lavori per la ristrutturazione dell’Arco della Pace sono iniziati nel 1993 e a fasi alterne continuano da allora. Ad oggi i cantieri sono appaltati a una ditta di proprietà della Sovrintendenza ai beni architettonici.

Al centro di uno dei principali distretti della vita notturna milanese, piazza Sempione si trova a poche centinaia di metri dal quartiere cinese, da dove gli stranieri accampati nel monumento potrebbero essere arrivati. “Dal 2008 in via Paolo Sarpi i vigili hanno effettuato 49 operazioni scovando 18 dormitori, in retrobottega, scantinati o internet point camuffati”,  ha commentato il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune, Riccardo De Corato. Questa azione “ha portato alla luce il fenomeno dell’affitto a irregolari. Molti gestori cominciano ad avere paura delle denunce e, temendo il sequestro dei locali, cacciano per strada i clandestini”. Giovedì dopo il blitz dei vigili all’Arco della Pace lo stesso De Corato aveva proposto di recintare il cantiere “con delle cesate alte almeno tre metri”.

Guarda la mappa generale della cronaca nera in citta

Annunci
One Comment leave one →
  1. 6 dicembre 2011 00:27

    Pisapia non avrà ancora ottenuto grandi risultati. Ma almeno ci siamo liberati delle parole da sceriffo di De Corato. Ringraziamo Dio, Allah o Marx o chi per loro e speriamo che presto il vento spazzi via anche le polveri sottili…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: